Salopette termica per ciclismo: migliori prodotti di Aprile 2021, prezzi, recensioni

Chi pratica ciclismo o mountain bike, sa quanto sia importante l’equipaggiamento adatto alla sua attività sportiva.

Questo, comprende anche la scelta dell’abbigliamento, che deve rispondere a delle esigenze ben precise ed essere estremamente confortevole.

Le sue caratteristiche, infatti, permettono anche una migliore prestazione delle performance in bike.

Per coloro che praticano ciclismo e non si fermano nemmeno di fronte alle condizioni climatiche più avverse, come nel caso di freddo intenso, in commercio si trovano le salopette termiche per ciclismo.

In questa guida capirete come sono fatte e come scegliere le migliori.

Come scegliere l’abbigliamento adatto per il ciclismo

Un giusto abbigliamento per ciclismo, compreso l’intimo per ciclisti, deve poter favorire l’attività sportiva e mantenere costante la temperatura corporea.

Le aziende che si occupano di questi particolari capi di abbigliamento sportivo, hanno realizzato degli indumenti che favoriscono la traspirazione della pelle e permettono che il sudore non mantenga bagnata la vostra pelle.

I tessuti impiegati per realizzare i capi di abbigliamento invernali per ciclisti sono in fibre sintetiche.

Queste, permettono di ottenere comfort e sono molto resistenti, ipoallergeniche e termiche.

La salopette termica per ciclismo

La salopette termica per ciclismo è formata da un pantaloncino con la vita spesso molto alta, per coprire e riparare dal freddo anche il busto, sorretto da bretelle, che con il pantaloncino formano un pezzo unico e senza cuciture.

La salopette invernale può avere un pantaloncino a ¾ o, per uscite con temperature particolarmente rigide, con pantalone lungo.

Le bretelle, consentono alla salopette di non arricciarsi, in modo che questa situazione non possa infastidirvi durante la pedalata.

Sulla salopette invernale va sempre indossata una maglia per ciclismo, e sotto di essa potrete indossate anche una maglia intima termica per ciclismo, se il freddo è particolarmente intenso.

Perché indossare una salopette in tessuti tecnici

Quando praticate attività sportiva in generale e ciclismo nel caso particolare, sudate inevitabilmente, anche in inverno.

Questa situazione fisiologica vi crea molto disagio, soprattutto in inverno, perché il sudore che si raffredda sulla pelle è molto fastidioso, oltre al fatto che potrebbe causarvi malanni vari.

Se il vostro corpo è sofferente, poi, la vostra fatica aumenta in maniera esponenziale, incidendo anche sulle vostre prestazioni, che perdono di qualità.

Chi pratica ciclismo, ha necessità di vestirsi in modo da adattarsi alla temperatura dell’aria.

Per non rinunciare alla vostra passione anche quando il freddo morde nelle ossa, potete indossare una salopette termica per ciclismo.

La salopette invernale per ciclismo è a compressione termica, realizzata principalmente in polipropilene, un tessuto tecnico sintetico che garantisce una perfetta aderenza e vestibilità, un’elevata traspirabilità e un ottimo isolamento termico.

Indossando una salopette realizzata con questo speciale tessuto isolante, per montare in sella, sarete sicuri di mantenere caldo il vostro corpo e di poter permettere alla vostra pelle di restare asciutta.

Alcune salopette hanno anche un doppio strato termico e sono estremamente resistenti e isolanti.

Il tessuto ha una piacevole morbidezza, spesso ottenuta grazie all’aggiunta in piccole percentuali di fibre naturali come il cotone e la lana.

L’aderenza delle salopette da ciclismo, ottenuta grazie all’utilizzo di fibre sintetiche e dalla presenza dell’elastan, che dona elasticità ai tessuti, permette di migliorare l’aerodinamicità.

Questa caratteristiche è interessante soprattutto per i ciclisti da corsa, ma le salopette aderenti possono essere utilizzate da tutti, anche dai mountain bikers, che solitamente prediligono indossare capi meno aderenti.

In tal caso, però, la sensazione di calore fornita da un capo così avvolgente e isolante, è gradita un po’ da tutti.

Ciclismo in inverno: cosa indossare oltre alla salopette termica

Per affrontare al meglio le basse temperature e le condizioni climatiche avverse caratteristiche del periodo invernale, potrete equipaggiarvi con altri capi di abbigliamento per ciclismo.

In particolare, in commercio trovate:

Maglie termiche

Le maglie termiche sono realizzate anch’esse in tessuti tecnici con fibre sintetiche, vanno indossate sotto le t-shirt e vi isoleranno completamente dal freddo, asciugando il sudore prodotto.

Calzamaglie termiche

Per i più freddolosi o per uscite in montagna o in ambiento molto freddi, ci sono in commercio le calzamaglie termiche.

In questo caso, potete trovare non solo prodotti in fibre sintetiche, ma anche in misto lana o in lana merino.

Potete sceglierle, se volete, ma sempre tenendo presente che i tessuti sintetici sono quelli più adatti ad un’attività sportiva come la vostra.

Copriscarpe

Un ciclista lo sa: la parte del corpo che si raffredda maggiormente e che soffre di più il freddo, è il piede!

E purtroppo la scarpa da ciclismo non si può cambiare, perché per dare il meglio di sé deve essere leggera e comoda, così come è stata progettata, senza varianti.

E allora che fare? Rischiare geloni e continuare a patire il freddo ai piedi?

Una soluzione c’è, e sono i copriscarpe. Sono come dei calzettoni di lana, ma realizzati in tessuti tecnici, e vanno indossati, appunto, sopra le scarpe.

In questo modo, riusciranno quantomeno a mitigare il freddo, donandovi quella giusta sensazione di calore che non vi farà battere i denti 😉

Guanti per ciclismo

I guanti per ciclismo sono necessari per proteggere le mani dalla continua presa del manubrio, ma quando arriva l’inverno, fidatevi, un buon paio di guanti spessi e caldi, vi aiuteranno anche a sfidare il freddo!

Scalda collo

Il collo e il viso sono quelli che rimangono completamente scoperti. In estate la sensazione è molto piacevole, ma con 8° non lo è sicuramente altrettanto.

Per proteggere anche queste zone, potrete usare uno scalda collo per ciclismo, che è ad anello, quindi senza aperture, e va indossato dalla testa. Non si tratta di una sciarpa che va legata, per intenderci.

Questo tipo di fascia collo può essere usato per proteggere solo il collo, appunto, o il tessuto può essere disteso fino a coprire la bocca e il naso, lasciando gli occhi liberi.

Una specie di passamontagna, insomma, ma senza copertura della testa, protetta dal casco aerodinamico.

Volete proteggere anche gli occhi dal freddo e dal vento? Potrete acquistare anche un paio di occhiali per ciclismo 😉

Conclusioni

Come vedete, insieme alla salopette termica per ciclismo, in commercio avete a disposizione tutto ciò che vi serve per proteggervi al meglio dal freddo.

Certo, non esagerate con i capi indossati, se non fa davvero molto freddo, altrimenti dovreste interrompere la pedalata per il problema opposto, ovvero perché vi sentireste troppo coperti e accaldati 😉

 

Scrittrice, blogger, ghostwriter, web content writer con la passione per il ciclismo. “Spingi e respira” è il mio motto sia nello sport che nella vita.

Back to top
menu
Tuttoperilciclismo