Luci per casco da ciclismo: migliori prodotti di Luglio 2021, prezzi, recensioni

Se uscite spesso in bici nelle ore più buie del giorno e soprattutto se praticate MBT, sapete quanto l’illuminazione sia importante per permettervi di divertirvi in tutta sicurezza.

La luce per casco da ciclismo vi consente di farlo nel migliore dei modi perché risponde perfettamente alla vostra necessità di illuminare porzioni di aree altrimenti non visibili con l’illuminazione della bici.

In questa guida si parlerà del prezioso aiuto che possono fornirvi le luci per casco da ciclismo.

Cosa sono le luci per casco da ciclismo

L’illuminazione di una bici è fondamentale per permettervi di vedere e soprattutto di essere notati dagli automobilisti.

Le luci per bici proiettano un fasciò di luce ampio e lontano che vi consente la visibilità della strada al di sotto del vostro sguardo.

In questo modo, sarete in grado di notare avvallamenti, radici o rocce, schivandone in tempo i pericoli.

Quando però il terreno diventa più tortuoso e la visibilità è ridotta o disturbata, possono venirvi in aiuto le luci per casco da ciclismo.

Queste luci riescono a illuminare porzioni di terreno non facilmente visibili con la sola luce da manubrio.

Essendo posizionate più in alto, le luci per casco da ciclismo vi permettono di vedere curve e ostacoli grazie all’indirizzo che voi stessi darete con il semplice movimento della testa.

In sostanza, sarete voi a direzionare il fascio di luce, e questo rende la vostra guida molto più precisa e intuitiva.

Come scegliere le luci per casco da ciclismo

Per scegliere le giuste luci per casco da ciclismo, dovrete tenere in considerazione alcuni parametri, quali:

La potenza

La potenza delle luci per bici in generale e di quelle per casco in particolare, è espressa in lumen.

Le luci da manubrio dovrebbero avere una potenza che va dai 1000 ai 2000 lumen. Se è minore, la visibilità non è assicurata; se è maggiore rischiate di accecare chi vi marcia contro.

La potenza della luce per casco va scelta in base a quella della vostra luce da manubrio, e dovrà essere sempre minore a metà.

Quindi, se la luce anteriore ha una potenza di 1000 lumen, quella del casco dovrà esser di 500.

Le luci per casco migliori, vi permettono di impostare la potenza su almeno due livelli e, quelle più evolute, variano la potenza in modo automatico grazie alla connessione wireless con un GPS compatibile con app dedicate e installate su smartphone.

Il fascio luminoso

Per consentirvi di essere concentrati sul percorso senza alcuna distrazione, la guida deve essere il più possibile sicura e piacevole.

Questa sicurezza può darvela solo un fascio di luce che vi permette una transizione ininterrotta tra punto centrale ed estremi laterali, in modo che abbiate un controllo preciso del percorso.

Quando scegliete una luce per casco da ciclismo, quindi, assicuratevi che questo aspetto sia rispettato e che abbia un perfetto fascio di luce.

Oltre a queste caratteristiche, assicuratevi che le luci per casco da ciclismo:

  • siano state realizzate con materiali resistenti a graffi e cadute;
  • siano impermeabili e quindi vi garantiscano il loro funzionamento anche in caso di pioggia, neve o foschia
  • siano preferibilmente ricaricabili con USB, in modo che la ricarica sia più pratica e veloce e che possiate usare un Power bank in caso ne abbiate necessità in strada
  • siano facili da installare e da rimuovere, magari con cinghie in silicone, più elastiche e resistenti.

Quanto costano le luci per casco da ciclismo

Il prezzo di una luce per casco varia in base alla sua potenza, alla modalità di ricarica e alla durata della batteria nonché al suo sistema di installazione.

In generale, potrete spendere tra i 12 e i 20 euro.

Considerate poi che in commercio esistono caschi per ciclismo già comprensivi di luci per casco.

Se vi state approcciando da poco a questa attività sportiva e siete in fase di scelta dell’attrezzatura, vi conviene scegliere direttamente un casco da ciclismo con luce integrata.

Scrittrice, blogger, ghostwriter, web content writer con la passione per il ciclismo. “Spingi e respira” è il mio motto sia nello sport che nella vita.

Back to top
menu
Tuttoperilciclismo