Fanalini posteriori per ciclismo: migliori prodotti di Dicembre 2021, prezzi, recensioni

Una luce anteriore per bici, serve per permettervi di vedere davanti a voi e per farvi vedere dagli altri.

I fanalini posteriori per ciclismo, invece, sono necessari soprattutto per segnalare la vostra presenza su strada, in modo che chi percorre la strada nel vostro stesso senso di marcia, vi noti.

Ma come va scelto un fanalino posteriore per ciclismo?

Lo vedremo insieme in questa guida

Fanalini posteriori per ciclismo: perché installarli

Alcuni ciclisti non si rendono ancora conto di quanto una buona illuminazione del mezzo possa tutelare la loro sicurezza.

I fanalini posteriori per ciclismo, per esempio, garantiscono loro di essere notati dagli automobilisti che percorrono la loro stessa strada.

Immaginate una situazione in cui, durante le ore di buio, doveste comparire all’improvviso a una macchina che percorre il vostro stesso senso di marcia?

Ecco, le conseguenze potrebbero essere più o meno serie.

Tra l’altro, l’illuminazione della bici garantita da fanalini anteriori e posteriori, è obbligatoria e prevista dal Codice della strada.

Per tale motivo, potreste incorrere a sanzioni più o meno salate, se non provvedeste a equipaggiare la vostra bici dei giusti fanalini per bici.

Ancora, i costi di questi sono talmente irrisori che la loro assenza non è giustificata, per cui non avete alcuna scusante.

Come scegliere un fanalino posteriore per ciclismo

Scegliere un fanalino posteriore per ciclismo è di sicuro molto più semplice che scegliere quello anteriore, per le cui caratteristiche si rimanda alla lettura della guida dedicata, sempre in questo sito.

Per legge, i fanalini anteriori per bici devono avere una luce bianca o gialla con una potenza adeguata al tipo di illuminazione stradale del percorso che attraversate.

Le luci da bici posteriori devono invece essere rosse, in quanto servono semplicemente per segnalare la vostra presenza su strada.

In commercio, trovate fanalini posteriori per ciclismo con luci a doppia impostazione: fissa o intermittente.

Il consiglio è quello di impostarli a intermittenza, in quanto risulterete più visibili e le luci avranno così una durata maggiore.

Potenza e durata dei fanalini posteriori per ciclismo

In base al tipo di percorso che dovrete attraversare, in commercio troverete fanalini posteriori per ciclismo con diverse potenze e autonomia.

Per un percorso in città, quindi con illuminazione abbondante, una potenza di circa 60 lumen sarà più che sufficiente.

Diversa è la situazione per attraversamenti di strade extraurbane, in cui sono spesso presenti tratti poco o addirittura non illuminati.

In questo caso, optate per una potenza maggiore, che deve essere ancora più alta se vi trovate off-road e con illuminazione quasi assente.

Considerate anche che maggiore sarà la potenza e più grande sarà la batteria, con un conseguente aumento del peso del fanalino.

Scegliete preferibilmente prodotti con luce a Led e che abbiano un tipo di alimentazione USB, in modo da ridurre i tempi di attesa della ricarica e da facilitare questa operazione.

Fanalini posteriori per bici e catarifrangenti

Per aumentare la vostra visibilità su strada, potreste anche decidere di abbinare al fanalino posteriore per ciclismo anche dei catarifrangenti per bici.

Questi, sono dei dispositivi che possono essere posizionati su vari punti della bici, come per esempio sui raggi delle ruote o in prossimità degli stessi fanalini.

In commercio esistono anche giubbini e gilet, guanti e copricasco, oltre alle strisce catarifrangenti da applicare sui vostri indumenti o sulla stessa bici.

Con questi accessori potrete aumentare la vostra visibilità su strada e sentirvi quindi più al sicuro.

Quanto costa un fanalino posteriore per ciclismo

Solitamente, il fanalino posteriore per ciclismo potete trovarlo in kit già predisposti che prevedono anche la presenza di quello anteriore.

Ciò non toglie che, se avete bisogno solo di una luce posteriore per bici perché possedete già quella anteriore, la trovate anche venduta singolarmente.

I costi, come si diceva all’inizio di questa guida, sono davvero accessibili a tutti.

Per un kit completo, potrete spendere tra i 10 e i 25 euro, per esempio.

Scrittrice, blogger, ghostwriter, web content writer con la passione per il ciclismo. “Spingi e respira” è il mio motto sia nello sport che nella vita.

Back to top
menu
Tuttoperilciclismo