Catarifrangenti per ciclismo: migliori prodotti di Ottobre 2021, prezzi, recensioni

Uno degli aspetti più importanti, per un ciclista, è la sua sicurezza.

Pedalare in strada lo espone a pericoli dovuti alla sua possibile mancata visione da parte degli automobilisti o dei centauri.

Ecco perché è importante che faccia in modo di essere visto grazie a dei catarifrangenti che ne segnalano la sua presenza in strada.

Tra l’altro, la legge obbliga a farne uso in alcuni momenti della giornata o in determinate situazioni, per cui è necessario munirsi dell’equipaggiamento adatto.

In questa guida si parlerà delle norme che obbligano ai catarifrangenti per ciclismo e delle tipologie di questi strumenti di sicurezza presenti in commercio.

Catarifrangenti per ciclismo: obbligo e sicurezza personale

Per tutelare la sicurezza dei ciclisti, il Codice della strada all’art.68 stabilisce quale debba essere per un ciclista l’equipaggiamento obbligatorio per la sua bici, in modo che possa circolare su strada o su aree a cui riservate.

Il mancato rispetto di quest’obbligo sottopone il ciclista a sanzioni amministrative.

Per quanto riguarda le luci, queste sono trattate nella lettera c), 1 comma dell’art. 68 dello stesso Codice.

Secondo questo, le biciclette devono essere accessoriate:

anteriormente di luci bianche o gialle, posteriormente di luci rosse o di catadiottro rossi; inoltre, sui pedali devono essere applicati catadiottro gialli ed analoghi dispositivi devono essere applicati sui lati“.

Sempre nello stesso articolo, poi, il 2 comma recita:

I dispositivi di segnalazione di cui alla lettera c) del comma 1 devono essere presenti e funzionanti nelle ore o nei casi previsti dall’art. 152, comma 1“.

Le ore del giorno in cui vi è l’obbligo di segnalazione luminosa riguarda il periodo che va da “mezz’ora dopo il tramonto, durante tutta l’oscurità e di giorno, qualora le condizioni atmosferiche richiedano l’illuminazione”.

Quindi, riassumendo, il ciclista è tenuto a munirsi di equipaggiamento obbligatorio nel periodo appena specificato, e questo equipaggiamento deve comprendere:

  • Una luce anteriore bianca o gialla
  • Una luce posteriore rossa
  • Catarifrangenti gialli da applicare sui raggi e sui pedali
  • Catarifrangente posteriore rosso
  • 1 campanello per la segnalazione acustica
  • 1 giubbotto catarifrangente da usare da mezz’ora dopo il tramonto e per tutto il periodo di oscurità in strade extraurbane (ma è consigliabile anche in città).

Come funziona un catarifrangente

Il catarifrangente è un dispositivo che può avere diverse forme e realizzato in vari materiali.

La sua funzione è quella di fare rimbalzare la luce, rivolgendola verso la sua fonte di provenienza.

In questo caso, la fonte di provenienza sono i fari delle auto e delle moto che marciano in senso contrario al vostro.

In commercio ci sono diversi tipi di catarifrangenti: dalle tacchette al nastro adesivo, fino ad arrivare a capi di abbigliamento che comprendono giubbini, guanti e copricasco.

Come scegliere i catarifrangenti per ciclismo

Da quanto detto, capite che equipaggiarsi di catarifrangenti per segnalare la vostra presenza su strada, non è solo consigliato, perché vi tutela da incidenti, ma è anche obbligatorio.

Per mettervi al sicuro e in regola, quindi, potete affidarvi a ciò che vi offre il commercio e munirvi di:

Tacchette o supporti catarifrangenti per ciclismo

Si stratta di tacchette di forma solitamente ovale che possono essere applicati alle ruote, sul manubrio, sulla forcella, sul reggisella o anche posteriormente, sul portapacchi.

Solitamente vengono venduti in confezioni, in modo che possiate equipaggiare l’intera bici e quindi renderla molto visibile.

Luce anteriore per bici

In commercio trovate luci a LED bianche o gialle già predisposte per essere montate sul manubrio o sulla forcella.

Luce posteriore per bici

In questo caso, la legge prevede che la luce posteriore sia di colore rosso, per cui scegliete una luce da montare sul sottosella o sul portapacchi che abbia questa caratteristica.

Giubbini e giacche catarifrangenti per ciclismo

Il giubbino catarifrangente è richiesto durante l’attraversamento di strade extraurbane, ma potete sceglierlo anche per indossarlo in città, perché vi dà una sicurezza in più.

Giacche e giubbini del genere sono provvisti di strisce riflettenti e spesso sono realizzati con materiali impermeabili che vi proteggono anche dalla pioggia e dal vento.

Comodi e pratici, potete ripiegarli in un sacchetto e portarli con voi per utilizzarli al bisogno.

Gilet catarifrangente per bici

È una versione più leggera ed economica del giubbino catarifrangente e si può applicare sopra qualsiasi tipo di abbigliamento.

È molto utilizzato dai pendolari che si spostano in bici in città, anche sotto giacca e cravatta.

Guanti con catarifrangenti per ciclismo

Per chi ha deciso di essere altamente visibile agli altri, ecco che in commercio ci sono anche i guanti catarifrangenti.

Quando si tratta di sicurezza, l’attenzione non è mai troppa.

Bande catarifrangenti bici per braccia, polsi e caviglie

La soluzione più pratica ed economica riguarda le bande catarifrangenti, che possono essere applicate sulle braccia, sui polsi, sulle caviglie e su qualsiasi zona del corpo.

L’importante è che i posti in cui scegliete di applicarli siano visibili agli altri e che non usiate strisce troppo piccole, che rischierebbero di non essere notate.

Copricasco catarifrangente per ciclismo

Insieme ai guanti, serve a completare l’equipaggiamento, ma non è obbligatorio.

Si tratta di una specie di cappuccio che va applicato sopra il caso e che lo rende visibile di notte, grazie a delle strisce catarifrangenti.

Accessori catarifrangenti per ruote

Sono delle bande catarifrangenti che vengono applicate sulle ruote della bici e la rendono visibile.

Molto utili quando le vostre bande catarifrangenti posteriori o frontali sembrano inefficaci.

Conclusioni

A parte l’obbligo di legge, che vi impone di rispettare le norme per una buona visibilità mentre siete in bici, la sicurezza è una scelta che dovete fare tutti i giorni.

Scegliere gli accessori adatti al rispetto delle norme è fondamentale, ma in commercio, come vedete, ne esistono anche altri che vi permettono di aumentare questa sicurezza.

Tra l’altro, i costi di questi accessori sono davvero accessibili a tutti: si parla di circa 6 euro per un kit di catarifrangenti per ciclismo a 15-20 euro per le luci anteriori e posteriori.

Un kit di adesivi catarifrangenti costa intorno ai 10 euro, un giubbotto riflettente basic o un gilet, sempre sui 10 euro.

Insomma, la vostra sicurezza è importantissima e, in questo caso, costa veramente poco… in termine di denaro, si intende!

Scrittrice, blogger, ghostwriter, web content writer con la passione per il ciclismo. “Spingi e respira” è il mio motto sia nello sport che nella vita.

Back to top
menu
Tuttoperilciclismo