Biciclette per ciclismo da donna: migliori prodotti di Settembre 2021, prezzi, recensioni

Il ciclismo non è una disciplina sportiva praticata solo dagli uomini.

Un tempo era così, ma oggi sempre più donne la scelgono, con ottimi risultati anche nelle competizioni loro dedicate.

Se vi state avvicinando a questo mondo e cercate informazioni su come scegliere le biciclette per ciclismo da donna, siete nel posto giusto.

Innanzitutto, diciamo subito che la scelta di una bicicletta per ciclismo da donna, come del resto quella per uomo, deve essere fatta tenendo conto delle proprie caratteristiche fisiche.

Ma cosa bisogna considerare, perché la bici per ciclismo da donna possa garantire delle ottime prestazioni, comodità e leggerezza?

Vediamolo insieme in questa guida.

Quali caratteristiche devono avere le biciclette per ciclismo da donna

In quanto destinate a percorrere numerosi chilometri su strada, le biciclette per ciclismo da donna devono essere sottili, leggere e veloci.

Per permettere questo, una bicicletta per ciclismo ha ruote sottili, copertoni altrettanto sottili e gonfiati con maggiore pressione e il manubrio con posizione inclinata in modo da essere aerodinamico.

Come scegliere le biciclette per ciclismo da donna

Per scegliere le biciclette per ciclismo da donna avrete bisogno di conoscere dettagliatamente alcune misure del vostro corpo.

Queste, stabiliranno la giusta taglia della bicicletta per ciclismo da donna che andrete ad utilizzare per le vostre uscite.

In particolare, le misure di cui avrete bisogno sono:

  • Altezza
  • Cavallo (ovvero la distanza tra l’inguine e il terreno)
  • Femore
  • Lunghezza dei piedi
  • Busto
  • Spalle
In base a queste, si potranno ottenere le misure adatte del telaio ideale, dell’altezza della sella e il suo arretramento, della distanza sella-manubrio e del dislivello tra l’attacco del manubrio e il punto superiore della sella.

Componenti delle biciclette per ciclismo da donna

Le biciclette per ciclismo da donna sono formate da componenti che devono essere scelte in modo da permettere estrema comodità e attinenza con le personali esigenze.

In particolare, queste comprendono:

Il telaio di una bicicletta per ciclismo da donna

I parametri per la scelta di un telaio, che a differenza di altre componenti non potrà essere cambiato successivamente, sono:

  • la forma;
  •  il materiale;
  • il colore.

Il telaio deve essere robusto ma leggero, efficiente e in grado di reagire alle sollecitazioni del terreno.

Sul telaio delle biciclette per ciclismo da donna è ancora in atto ma specie di querelle.

Alcune donne sostengono la necessità di avere differenti proporzioni standard di telaio, per adattarlo alla diversa anatomia femminile rispetto a quella maschie.

Altre, sono convinte che scegliere gli stessi telai montati su bici per uomo, offrano una maggiore stabilità e sicurezza.

Altre ancora, rivendicano il diritto di non avere taglie differenti stabilite in base alla destinazione maschile o femminile, ma taglie che prendano semplicemente in considerazione le diverse caratteristiche anatomiche.

Detto ciò, bisogna considerare che, nella donna femore e braccia sono generalmente più lunghi, mentre piedi e mani sono più piccoli.

Di conseguenza, in una bicicletta per ciclismo da donna l’attacco manubrio e il tubo superiore sono solitamente più corti.

I telai per le bici da ciclismo per donna possono essere realizzati in:

  • Acciaio

Tutte le biciclette prodotte fino al 1990 montavano un telaio in acciaio, sostituito poi da quelli in alluminio e ancora successivamente da quelli in carbonio.

Ultimamente, l’acciaio è tornato ad essere presente in quanto è considerato molto resistente e capace di assorbire ottimamente le vibrazioni.

Alcune donne lo preferiscono ad altri materiali perché assicura più stabilità e aderenza al suolo, soprattutto in discesa.

  • Alluminio

Molto più leggero dell’acciaio, l’alluminio è più deformabile in caso di caduta, meno elastico e quindi più sensibile alle vibrazioni, ma non soggetto alla ruggine.

Nei telai di media e bassa gamma è il materiale più utilizzato.

  • Fibra di carbonio

Composto da filamenti in carbonio legati da una resina, questa fibra si caratterizza per la sua grande leggerezza ma anche per la sua alta resistenza alla deformazione.

In quanto si tratta di una fibra e non di un metallo, questo materiale, che in condizioni ottimali è ritenuto molto affidabile, in caso di ripetute cadute dannose potrebbe non mostrare al suo esterno segni di deterioramento.

Questo mancato segnale potrebbe portare a non intervenire, ecco perché qualcuno ne mette in discussione la sua sicurezza.

  • Il titanio

I telai per biciclette per ciclismo da donna in titanio sono leggerissimi, durevoli e non si corrodono nel tempo.

Proprio per queste caratteristiche, le bici da ciclismo per donna che mostrano questo tipo di telaio, sono le più costose.

Il manubrio delle biciclette per ciclismo da donna

Il manubrio di una bici per ciclismo ha una speciale curvatura che vi permette di posizionare le vostre mani a seconda della pedalata e del grado di stanchezza.

Quando scegliete il manubrio, fatelo in modo che sia il più comodo possibile e largo quanto le vostre spalle, in modo da riuscire a massimizzare l’appoggio delle mani.

Per quanto riguarda la nastratura, potete scegliere il colore che più vi piace.

La sella delle bici da ciclismo per donne

La sella ha una grande importanza in quanto deve sostenere la schiena e il collo.

Insieme ai pedali e al manubrio, è uno dei punti di scarico tra la bicicletta e il corpo.

Come si diceva, le donne hanno un femore più lungo rispetto agli uomini, per cui è necessario che la sella sia più arretrata, in modo da consentire una corretta propulsione del ginocchio sul pedale.

Leggero e affusolato, il sellino delle bici per ciclismo da donne non deve permettere lo sfregamento delle cosce o irritazioni alla vulva.

Per evitare questi problemi, in commercio esistono sellini con una fessura nella parte centrale.

Per scegliere la sella che più si abbina con la propria conformazione, è necessario misurare la distanza che intercorre tra le proprie ossa ischiatriche.

Quanto costa una bicicletta per ciclismo da donna

In base a quanto detto, si capisce che una bicicletta per ciclismo da donna non ha un costo fisso, ma il suo prezzo dipende molto dalle diverse scelte personali che si fanno.

In generale, si può dire che una bici da ciclismo per donna può avere un prezzo compreso tra i 700 e i 3000 euro.

Scrittrice, blogger, ghostwriter, web content writer con la passione per il ciclismo. “Spingi e respira” è il mio motto sia nello sport che nella vita.

Back to top
menu
Tuttoperilciclismo