Accessori e attrezzatura per ciclismo: caschi, caschetti, giacche, divise, biciclette, borracce, tutto di tutto

Il ciclismo è uno degli sport più belli ed affascinanti di sempre: ci permette di stare a contatto stretto con la natura e di girovagare tantissimo per luoghi sconosciuti percorrendo tantissimi kilometri su due pedali. Naturalmente, chi sceglie di praticare il ciclismo deve necessariamente adattare la propria tenuta a quella esigente per un ciclista. Abbigliamento ed accessori sono una parte fondamentale che vanno scelti con estrema cura. Ci sono infatti vestiti adatti a questo sport e accessori pensati proprio per proteggere l’atleta durante la sua corsa oltre a dargli ogni comfort possibile in vista delle sue necessità su strada. In base alla stagione che sia calda o fredda occorre poi capire quale sia il completo più adatto a noi.

Il ciclismo estivo: com’è meglio vestirsi

Naturalmente per stare più comodi possibile occorre differenziare l’abbigliamento per il ciclismo estivo da quello invernale. Proprio perché durante la stagione fredda abbiamo bisogno di coprirci e di stare protetti, mentre durante l’estate la pelle deve poter traspirare e sudare liberamente senza che si rischino irritazioni di varia natura. Per esempio i guanti, devono essere anti scivolo ma nella versione estiva arriveranno a metà falange e non copriranno tutte le dita. Il materiale, o tessuto dovrà essere di tipo traspirante per far fuoriuscire il vapore.

Il casco dovrà essere omologato come prima caratteristica importante, ma anche traforato sempre per permettere la giusta areazione e per mantenere la temperatura della testa più o meno costante evitando che salga oltre modo. Per quanto riguarda l’abbigliamento naturalmente diamo spazio a maniche corte e pantaloncini. I pantaloncini saranno sempre a salopette e non saranno mai troppo larghe poiché devono permette una vestizione senza pieghe che risulterebbero fastidiose durante la pedalata. Le maniche corte le preferiamo alle magliette smanicate in quanto è bene evitare sempre scottature sulle spalle. Se siamo in autunno oppure l’estate non è poi così calda, possiamo anche optare per una canotta sotto maglia traspirante che possa aiutarci ad assorbire il sudore.

Ciclismo invernale

Durante la stagione invernale occorre proteggersi un po’ di più poiché le temperature calano drasticamente e bisogna optare per un abbigliamento che consenta di proteggersi da acqua, vento e pioggia. Per cui, per prima cosa via libera a maniche lunghe, calzamaglie e collo altro oltre a giacche tecniche che coprono e scoprono a seconda del bisogno e della temperatura. I tessuti migliore durante l’inverno è sicuramente quello traspirante anti vento, il tessuto tecnico termico e acrilico. Fra gli accessori fondamentali ci sono sicuramente i cappelli e le cuffie che proteggono le orecchie, sciarpe a giro collo che contemporaneamente coprono orecchie e naso. E’ molto importante fare uso di questi accessori per evitare che in bicicletta il vento e il freddo possano causare nevralgie e raffreddori oltre che fastidiosi dolori dovuti proprio al freddo.

Il casco va indossato sopra il berretto oppure sopra la cuffia e deve poterci proteggere dai rischi legati alle cadute. Tuttavia non è possibile pensare che il solo casco ci possa proteggere dal freddo: è necessario indossare anche la cuffia protettrice. I guanti devono essere impermeabili per evitare di bagnarsi se viene a piovere oppure se è particolarmente umida la giornata; ma allo stesso tempo devono essere guanti abbastanza pesanti nel materiale così da proteggerci dal freddo: l’ideale sono i guanti con imbottitura di pile internatessuto impermeabile all’esterno. Infine ricordatevi delle calze termiche da indossare sempre sotto i pantaloncini oppure da sole.

Come scegliere il completo da ciclismo adatto a noi

Il ciclismo è uno sport super dinamico che porta al raggiungimento della massima velocità. Proprio come la bicicletta che dovrà essere leggerissima al massimo per consentire questo obiettivo, allo stesso modo l’abbigliamento deve poter essere leggero al punto da non essere d’ostacolo al movimento. Per questo è essenziale cercare il completo da ciclismo giusto per noi, sia estivo che invernale: che sia adatto anche al clima del luogo dove viviamo oppure dove siamo soliti praticare questo sport. In genere il completo migliore invernale è imbottito in zone specifiche come l’inguine e anche; mentre i tessuti e i materiali estivi sono realizzati con l’elastan e sono aderenti oltre che traspiranti. E’ importante cercare sempre un abbigliamento arricchito nella scelta dei materiali : le imbottiture non sono un optional ma un must in quanto proteggono in caso di lunghe pedalate e dal freddo che in velocità diventa ancor più importante e duro da sopportare. In genere queste imbottiture si trovano nella zona del dorso e delle spalle oltre che nella zona genitale, poiché se è vero che bisogna proteggerci i genitali dal contatto continuo contro la superficie dura del sellino, è altrettanto vero che le imbottiture ci proteggono anche dal freddo.

In pratica sia i completi estivi che invernali hanno entrambi le imbottiture, con l’unica differenza che il tessuto invernale è isolante, mentre quello estivo è traspirante.

Tessuti tecnici

Come abbiamo potuto constatare i tessuti tecnici sono fondamentali per un ciclista in quanto fanno parte dell’attrezzatura tecnica che ogni ciclista deve poter avere per affrontare questo sport. Il tessuto tecnico è un tessuto che va preso assolutamente in considerazione quando ci si veste poiché da questo dipenderà anche la scelta del completo giusto. In base all’intimo del ciclista e al tipo di tessuto che sceglierà possiamo poi regolarci sul tipo di abbigliamento. Per esempio, per mantenere i piedi freschi e asciutti è importante acquistare delle calze in tessuto tecnico che evitano l’accumulo di sudore. Allo stesso modo le mutande che devono essere traspiranti ma evitare di dare fastidio nella zona inguinale e comunque essere in maglia. Una volta adottato un intimo tecnico idoneo possiamo poi focalizzare l’attenzione sui pantaloncini imbottiti che preferiamo e sulla maglia migliore, che sia imbottita alle spalle o al dorso.

Praticità di movimento: quanto conta una giusta vestizione

Le prestazioni vere e proprie del ciclismo dipendono molto dalla praticità di movimento che ogni atleta ottiene dalla vestizione: un completo ben fatto, tessuti pensati appositamente per quel periodo dell’anno e taglie giuste, migliorano notevolmente le prestazioni del ciclista poiché egli si sentirà a suo agio e non avrà problemi e difficoltà soprattutto a livello dei genitali, che sono costantemente esposti alle sollecitazioni esterne e allo sfregamento delle gambe. Il nostro suggerimento è quello di prestare attenzione all’acquisto sia di un completo estivo che di uno invernale. Sebbene vi troviate nel periodo invernale, non pensate di acquistare esclusivamente il completo per il freddo, in quanto quello estivo potrebbe rivelarsi utile in giornate dalla temperatura più alta: considerate le taglie adatte a voi provando il vestito addosso e se decidete di acquistare online, opzione decisamente più conveniente per moltissimi aspetti, seguite le tabelle indicative con altezza e centimetri.

Accessori  fondamentali: cosa portare con sé

Ci sono degli accessori assolutamente prioritari, ai quali nessun ciclista dovrebbe mai rinunciare. Il motivo per il quale un ciclista ha la possibilità di percorre moltissimi chilometri, allenamento permettendo, risiede nel fatto che un ciclista ha con sé diversi accessori che lo sostengono durante tutta l’uscita sportiva.

Sistema antifurto

Per prima cosa non si dovrebbe mai rinunciare ad un buon antifurto poiché può accadere che bisogna fare delle soste oppure che si renda necessaria una sosta per piacere o per bisogno e che si debba quindi lasciare la bicicletta ferma in attesa del nostro ritorno. E’ importante assicurare la bici e stare sereni senza doverla sorvegliare da lontano, così da poterci godere il nostro momento fuori casa in totale tranquillità. Gli antifurti per le bici possono essere cavi in acciaio oppure catenacci. Quest’ultimo è probabilmente il deterrente migliore per come si presenta: formato da anelli massicci di acciaio talvolta integrati con un involucro in plastica durissima molto utile ad evitare che la catena possa arrugginirsi alla pioggia e che sia più maneggiabile.

Il cavo in alternativa è più semplice ed è strutturato a forma di spiarle. All’estremità del cavo poi si inserisce il lucchetto che può essere fermato con la chiave oppure con un sistema a codice. Per quest’ultima opzione vi suggeriamo di utilizzare sempre lucchetti di una certa qualità e di non cercare di risparmiare in quanto qualsiasi tentativo di furto con una bicicletta di buona qualità, magari pagata molto, andrà a buon fine se la protezione non risulta altrettanto efficace.

Se volete provare un’ultimissima novità nel campo dei sistemi anti furto, è possibile provare anche l’antifurto U-block che si inserisce all’interno di un elemento con chiusura a chiave ed è probabilmente il prodotto che più di tutti coniuga sicurezza massima e praticità di utilizzo. Consideriamo anche che una catena per esempio per quanto possa essere sicura ha comunque un peso ingente e che in quanto tale può essere faticoso portarla dietro.

Giacca impermeabile

La giacca è essenziale anche se siamo in estate e stiamo acquistando per il periodo estivo. La giacca anti vento è anche impermeabile e spesso risulta ottima ed utile anche nella stagione calda nelle giornate di pioggia e quando si alza qualche raffica di vento. Soprattutto se siete soliti percorre molti kilometri in bicicletta, è importante portare con voi la giacca. Naturalmente nel momento della scelta, assicuratevi che la giacca oltre ad essere impermeabile sia anche traspirante e che quindi possa consentire la massima respirazione della pelle, utile soprattutto poiché durante lo sport si suda molto e si tende a sudare tantissimo.

Casco

Oltre al sistema antifurto occorre considerare tutto l’equipaggiamento necessario: non si può pensare di andare in bicicletta e di non utilizzare il casco protettivo, che funge da protezione non solo per la sicurezza ma anche per il sole e l’umidità. Il casco costituisce un elemento di protezione a cui molte persone rinunciano ma non bisognerebbe mai farne a meno. E’ importante che il casco sia perfettamente adatto alla propria testa e che sia comodo al punto da non sentirlo quasi più. Un buon casco non riscalda troppo ma protegge dal freddo e dai raggi UV. In commercio ce ne sono di tutti i tipi: dal più piccolo per i bambini, al più grande e robusto per gli atleti professionisti. Ci sono caschi per la città e caschi per la mountain bike. Basta solo scegliere, magari sui siti più cliccato online, quale modello ci sembra il più adatto alle proprie esigenze.

Acqua e contenitori per le bibite

Possiamo anche programmare delle soste: ma l’acqua non può essere un elemento a cui pensare nel momento del bisogno: durante la percorrenza in bicicletta è importantissimo che almeno una bottiglia d’acqua venga portata con sé. Si può pedalare con molta più serenità e se abbiamo bisogno di ripristinare i sali minerali, l’acqua non può mancare anche perché le stesse prestazioni fisiche oltre alla salute, ne risentirebbero. La soluzione migliore potrebbe essere proprio quella di optare per una borraccia in alluminio che ci aiuti a mantenere l’acqua fresca, evitando quindi la plastica che tende a riscaldarsi al sole e di conseguenza a rilasciare sostanze tossiche all’interno della bottiglia stessa.

Attrezzatura per le riparazioni

Se malauguratamente succede che la bicicletta si guasta per qualche motivo ed una parte della bici subisce un piccolo danno tanto da necessitare una riparazione, è bene avere sempre con sé un kit di riparazione che possa in caso di piccole sfortune aiutarci a riprendere velocemente la nostra corsa. Può succedere una foratura a causa di un oggetto che troviamo per strada, ma anche un piccolo guasto alle luci oppure al manubrio; insomma in ognuno di questi casi, il kit ci salverà.

Oltre alla pompetta per gonfiare le ruote troveremo anche altri accessori fra cui il lubrificante che ci sarà sicuramente utile sia per il manubrio, che per i freni.

Attrezzatura per la visibilità notturna

Una delle attrezzature iper importanti da portare con sé in bicicletta è l’attrezzatura per la visibilità durante il buio. Non è mai dato sapere cosa accade con la bici, se ci troviamo sul tragitto di notte o di sera, se attraversiamo un percorso buio ecc.. L’attrezzatura in questione si acquista generalmente in kit composti da luci anteriori, posteriori e giubbotti catarifrangenti.

Scarpe per il ciclismo

Acquistare le scarpe per il ciclista è di fondamentale importanza poiché possiamo immaginare tutti quanto sia controproducente pedalare con uno scarpino scomodo. Sappiamo tutti quanto una buona prestazione dipende dal comfort dell’atleta. Gli scarpini per il ciclismo non sono affatto simili o tutti uguali: anzi le differenze sono anche abbastanza notevoli. Ciò che dovremmo sapere è che comunque ad ogni forma di piede corrisponde sempre una scarpa ideale. La forma e l’idoneità delle scarpe può addirittura pregiudicare la salute del ciclista, qualora questo sia uno sport praticato quasi quotidianamente. La suoletta delle scarpe per esempio è un elemento preponderante in quanto essa insieme al materiale di fabbricazione della scarpa, costituisce una componente propedeutica alla stabilizzazione del peso.

  • Scarpe da ciclismo: attrezzatura specifica

Le scarpe da ciclismo non possono essere sostituite da altri generi di di scarpe in quanto una qualsiasi altra scarpa limiterebbe la forza necessaria che deve essere impressa nel pedale per potersi muovere. La velocità di punta tenderebbe a ridursi notevolmente e per questo è necessario fare riferimento a delle scarpe da ciclismo vero e proprio. Esistono le scarpe da mountain bike che sono fatte di gomma e hanno come caratteristica principale quella di essere elastiche e flessibili più di qualsiasi altra scarpa.

Se vogliamo parlare di materiali top sicuramente non possiamo farci sfuggire la fibra di carbonio e guardare alla tipologia di chiusura che c’è e alla comodità che la scarpa ci offre.

Scarpini da strada: le scarpe per il ciclismo utilizzate su strada sono molto più rigide e meno flessibili di quelle che si usano generalmente in montagna e per questo sono fatte in genere di fibra di carbonio. La rigidità tipica di questo genere di scarpe permette di trasferire ai polpacci e alle gambe tutta la forza impressa sul pedale. Su Amazon possiamo trovare diversi marchi di produzione molto interessanti come la XC e la XCM, SIDI e Spiuk; brand specializzati anche nel percorso di terreni impervi. Tuttavia queste scarpe sono anche traspiranti e abbastanza comode tanto da non costituire un elemento di scomodità a cui il ciclista deve abituarsi. La suola è rigida sicuramente ma non vi aspettate nulla di troppo duro.

Scarpe da montagna: le scarpe del ciclista che va in montagna devono invece essere più flessibili ed elastiche per poter affrontare un terreno ed un percorso decisamente più difficile. Anche in questo caso la suola è realizzata generalmente in fibra di carbonio ed ha il tallone e la punta rinforzati

Scarpe per il ciclismo in città: Il ciclismo in città è decisamente quello più diffuso visto che comunque anche chi non ha la passione per il ciclismo vero e proprio potrebbe utilizzare la bicicletta per spostarsi a lavoro oppure per andare a fare un po’ di movimento nel tempo libero. In quanto tale, il ciclismo da città, seppure non praticato come sport, deve essere fatto entro alcuni range di comfort e regole. Le scarpe in questo caso sono importantissime esattamente come per il ciclismo professionale. E’ importante non usare scarpe con i lacci per andare in bici per una questione di sicurezza ed evitiamo anche i ferma piedi sui pedali. Per il resto possiamo usare anche un qualsiasi genere di scarpa, che non sia né troppo larga né troppo stretta: un tipo con la chiusura a strappo potrebbe andare benissimo.

Anna Silvestrini

Giornalista pubblicista. Amo lo sport e il movimento. Tutto ciò che riguarda il fitness  e il movimento all'aria aperta è di mio interesse. Il ciclismo è uno di questi, in quanto uno dei tantissimi sport che donano un senso unico di libertà e benessere.

Back to top
menu
Tuttoperilciclismo